Ecografia muscolo scheletrica: gli adduttori

Lo studio ecografico è indicato in particolar modo nelle alterazioni acute che coinvolgono i muscoli e tendini adduttori, potendo dimostrare agevolmente quadri infiammatori o lesioni traumatiche (strappi muscolari).   Nel dolore inguinale cronico che può interessare gli sportivi – la cosiddetta pubalgia – quasi nella metà dei casi può essere in causa una sindrome retto-adduttoria con tendinopatia[…]

Ecografia di spalla. Quando?

Molto spesso in seguito a dolore o impotenza funzionale post traumatica, viene richiesto dal medico curante (o dal Paziente stesso) di eseguire una ecografia della spalla come primo esame, “perchè sicuramente non è rotta, e coi raggi non si vede niente” oppure “perchè voglio vedere i tendini” (cit). In realtà il corretto approccio diagnostico  prevederebbe[…]

Studio dinamico dei tendini

Giovane ginnasta con piccola tumefazione del palmo della mano insorta da qualche mese, non dolente. Lo studio ecografico consente di evidenziare una piccola cisti e di verificarne i rapporti con il tendine flessore del III dito. Uno dei vantaggi dell’ecografia è di poter eseguire una valutazione dinamica, visualizzando lo scorrimento tendineo durante le manovre di[…]

Malattia di Osgood Schlatter

La malattia di Osgood Schlatter si presenta con dolore e gonfiore alla parte anteriore della tibia (tuberosita’ tibiale anteriore) nella sede di inserzione del tendine rotuleo. Di solito si osserva nei bambini o adolescenti che praticano sport, a causa delle sollecitazioni e trazioni del tendine sul nucleo osseo tibiale, non ancora saldato. La diagnosi è[…]

L’alluce doloroso: la sesamoidite negli atleti 

Il dolore plantare sotto l’alluce può riconoscere varie cause. Frequenti negli atleti sono le cosiddette ‘sesamoiditi’ cioè infiammazioni nella sede di due piccole ossa accessorie,  i sesamoidi, il cui ruolo è quello di costituire una guida per lo scorrimento del tendine flessore del primo dito. L’alluce doloroso negli sportivi è evocato da uno spettro di[…]

Ecografia della spalla operata?

Nella spalla operata che permane dolorosa, o che presenta difficoltà nel recupero della forza e dei movimenti nonostante l’adeguata fisioterapia, l’ecografia rappresenta una buona scelta diagnostica. E’ possibile infatti visualizzare agevolmente la struttura dei tendini operati, riconoscendo eventuali nuove lesioni o complicanze infiammatorie,  e documentare la presenza e soprattutto la sede corretta del materiale ortopedico[…]