Mediante l’ecografia è possibile eseguire uno studio mirato delle anse intestinali , solitamente su richiesta da parte di un gastroenterologo. E’ infatti una tipologia di esame che di norma viene effettuata per indagare le malattie infiammatorie dell’intestino (morbo di Crohn, colite ulcerosa, diverticolosi del colon) anche a scopo diagnostico, ma prevalentemente per il monitoraggio di tali patologie. L’ecografia intestinale non è invece indicata per la ricerca di polipi o tumori.

Il Radiologo, con l’utilizzo di una sonda ad alta frequenza, può valutare eventuali ispessimenti delle pareti intestinali, dilatazioni delle anse, o alterazioni della loro motilità o comprimibilità. L’esame dura nel complesso circa 20 minuti, e non richiede una preparazione specifica diversa da quella dell’ecografia addominale, di cui può rappresentare un complemento.

cropped-photostudio_1460383864186.jpg

 

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *