Le lesioni muscolari possono essere conseguenti a sovraccarico cronico o a brusca contrazione muscolare. A livello degli arti inferiori le sedi più colpite sono i flessori della coscia, il retto femorale, gli adduttori ed i gemelli . Le lesioni muscolari si possono dividere clinicamente ed ecograficamente in tre gradi : nelle lesioni di grado I l’ecografia può essere negativa o mostrare una iperecogenicita’ a carta geografica, indistinguibile rispetto a quanto avviene nelle contratture muscolari.

Nelle lesioni di grado II, l’ecografia dimostra discontinuità delle fibre muscolari, con possibile raccolta liquida perilesionale.  Tra queste lesioni si inseriscono i distacchi parziali dei muscoli dall’adiacente fascia o aponeurosi (tipo “tennis leg”). 

Nelle lesioni di grado III osserviamo una lesione completa a livello della giunzione mio – tendinea o un distacco osteotendineo; quasi costantemente si associa un ematoma che circonda la retrazione muscolare “a batacchio di campana” . Può essere necessaria la riparazione chirurgica.

Sonography of Lower Limb Muscle Injury

Justin Charles Lee1 and Jeremiah Healy

1Both authors: Department of Radiology, Chelsea and Westminster Healthcare NHS Trust, 369 Fulham Rd., London SW10 9NH, England.

American Journal of Roentgenology

Vol. 182: Issue. 2: Pages. 341-351
(Issue publication date: February 2004

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *