Ecografia nello studio dell’ernia inguinale

Spesso viene richiesta l’ecografia per la diagnosi differenziale di dolore e/o tumefazione inguinale. Tra le diverse cause, un ruolo importante può avere l’ernia inguinale, cioè la protrusione di una porzione dell’intestino attraverso una zona di relativa debolezza della parete addominale. L’ecografia è in grado di diagnosticare tale condizione, anche grazie alla possibilità di studiare il[…]

Ancora su Malattia di Osgood Schlatter

Prendo spunto da una recente discussione avvenuta sul gruppo Facebook “Antichi termini di semeiotica medica e Radiologia” per ritornare su questa non infrequente patologia cosiddetta “della crescita” che può colpire i giovani verso i 10-15 anni, soprattutto maschi. Si tratta di una alterazione dovuta a microtraumi o sollecitazioni ripetute nel punto in cui il tendine rotuleo si[…]

Ecografia muscolo scheletrica: gli adduttori

Lo studio ecografico è indicato in particolar modo nelle alterazioni acute che coinvolgono i muscoli e tendini adduttori, potendo dimostrare agevolmente quadri infiammatori o lesioni traumatiche (strappi muscolari).   Nel dolore inguinale cronico che può interessare gli sportivi – la cosiddetta pubalgia – quasi nella metà dei casi può essere in causa una sindrome retto-adduttoria con tendinopatia[…]

L’ecografia nel ginocchio artrosico

Nel ginocchio artrosico, la cui diagnosi è sostanzialmente clinica e radiografica, le metodiche di diagnostica per immagini come la Risonanza Magnetica (foto) e l’ecografia possono dare un contributo per una migliore visualizzazione dell’articolazione. L’ecografia segnatamente consente di valutare con Paziente supino a ginocchio flesso: i tendini quadricipitale e rotuleo, la presenza di eventuale versamento all’interno dell’articolazione[…]

La steatosi epatica

La condizione di steatosi epatica (fegato “grasso”) consiste nell’accumulo di grassi, specialmente trigliceridi, all’interno delle cellule del fegato. Compare frequentemente dopo i 40 anni, e nel 50% dei casi è asintomatica. Negli altri casi può accompagnarsi a malessere, affaticabilità e dolore in ipocondrio dx. Gli esami di laboratorio possono essere negativi o dimostrare un aumento[…]

Ecografia di spalla. Quando?

Molto spesso in seguito a dolore o impotenza funzionale post traumatica, viene richiesto dal medico curante (o dal Paziente stesso) di eseguire una ecografia della spalla come primo esame, “perchè sicuramente non è rotta, e coi raggi non si vede niente” oppure “perchè voglio vedere i tendini” (cit). In realtà il corretto approccio diagnostico  prevederebbe[…]

Il neuroma di Morton

Il neuroma di Morton è un ispessimento nodulare di un nervo interdigitale del piede, che può causare bruciori o dolori tipo “scossa elettrica” a livello dell’avampiede, in sede plantare, con irradiazione alle dita. Non si tratta di un vero e proprio tumore, ma l’ispessimento nasce da una irritazione cronica del nervo stesso. Più frequentemente viene colpito[…]

L’ecografia delle anse intestinali

Mediante l’ecografia è possibile eseguire uno studio mirato delle anse intestinali , solitamente su richiesta da parte di un gastroenterologo. E’ infatti una tipologia di esame che di norma viene effettuata per indagare le malattie infiammatorie dell’intestino (morbo di Crohn, colite ulcerosa, diverticolosi del colon) anche a scopo diagnostico, ma prevalentemente per il monitoraggio di tali[…]